Juventus - Sporting Lisbona

Juventus – Sporting Lisbona, una partita da riscatto immediato per gli uomini di Allegri, in crisi di identità e con gli strascichi di risultati negativi per gli scontri diretti. Una crisi passeggera o qualcosa di più profondo? Nella partita casalinga contro lo Sporting Lisbona, si avranno risposte e conferme.

gli eurorivali dello Sporting hanno invece modo di approcciarsi all’imminente sfida allo Stadium con convinzione nei mezzi e positività. Convinzione e positività figlie dell’ultimo successo in Taca de Portugal (4-2 in casa dell’Oleiros), del buon avvio in campionato (2° posto a 2 punti dal Porto, nessuna sconfitta) e delle buone prestazioni in Champions (successo per 3-2 contro l’Olympiacos e sconfitta in extremis per autogol di Coates contro il Barcellona).

Al centro d’allenamento biancoverde – l’Academia – si coglie infatti un generale clima di serenità e sbarazzina voglia di stupire che ricorda in parte quello che si respirava a Vinovo all’inizio del recente ciclo bianconero: il giovane presidente Bruno de Carvalho ha rinverdito le ambizioni e l’arrivo del tecnico Jorge Jesus (nel 2015: strapparlo al Benfica è stato un segno di forza) ha consolidato il tutto. Le insidie per i bianconeri, insomma, non mancheranno. Grazie anche all’aiuto di alcuni colleghi del quotidiano sportivo portoghese A Bola che seguono il club biancoverde, scopriamo in quali modi potrebbero concretizzarsi.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Sturaro, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.
SPORTING CLUB (4-2-3-1): Rui Patricio; Piccini, Coates, Mathieu, Coentrao; William Carvalho, Battaglia; Martins, Bruno Fernandes, Acuna; Dost.

 

Prenota il tuo tavolo allo 091 611 0194

Web & Social Support:Firriòtate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

cancella il moduloSottometti